“La Stoffa dei Sogni”: un successo il primo Master in Costumi per il cinema, la tv e lo spettacolo di MDC Prato, PIN e ASC

“La Stoffa dei Sogni”: un successo il primo Master in Costumi per il cinema, la tv e lo spettacolo di MDC Prato, PIN e ASC

“La Stoffa dei Sogni”: un successo il primo Master in Costumi per il cinema, la tv e lo spettacolo di MDC Prato, PIN e ASC

Si è concluso con successo, nonostante lo stop per lockdown e le problematiche derivanti dal Covid-19, il primo Master di MDC Prato, realizzato in collaborazione con PIN Polo Universitario di Prato e Associazione Italiana Scenografi, Costumisti e Arredatori (ASC): “La Stoffa dei Sogni“.

Al Master in costumi per il cinema, la tv, lo spettacolo, hanno partecipato in 17, con età, provenienze, formazioni e specificità differenti. A far parte del gruppo di “allievi”, c’era addirittura una ragazza spagnola, residente a Barcellona, madrileña di nascita: Helena Alba Valdés.

Attraverso un mix di momenti di laboratorio e lezioni frontali, sempre contraddistinte da un certo grado di interattività, i partecipanti hanno potuto imparare o consolidare molteplici nozioni, potendo fare pratica di quanto appreso in tempo reale.

Dalla realizzazione di moodboard cartacei e gli esercizi di invecchiamento e tintura leggera di campioni di tessuto e costumi alla creazione di tavole di stile digitali con Photoshop; dai disegni e schizzi anatomici e delle vesti, con attenzione alla luce e al colore, agli approfondimenti sulla storia del costume e del cinema; dai focus e l’esercizio pratico sui modelli, il taglio, le rifiniture, i ricami, gli accessori di sottane della metà del ‘500 all’enunciazione e l’analisi di ogni mansione e questione riguardante il reparto costumi di una produzione cinematografica; dalla ricerca del compromesso tra la riproduzione filologica di un pezzo e un’opera che risponda a criteri estetici e di gusto più contemporanei e personali: il Master ha coperto un’ampia gamma di aspetti connessi al Costume Design, avvalendosi di tre figure di assoluto spicco nel settore, il Premio Oscar Gabriella Pescucci, Carlo Poggioli ed Alessandro Lai. Nutrito e d’eccezione è stato il corpo docenti messo a disposizione dei partecipanti, composto da Luca Costigliolo (Taglio Storico), Roberta Orsi Landini (Storia dell’Arte e del Costume), Aurora Fiorentini (Storia del Cinema), Rodolfo Bargelli (Disegno a mano), Alessandra Carta (Disegno Digitale), Anna Lombardi (Organizzazione Reparto Costumi), Thessy Schoenholzer Nichols (Disegno Filologico del Costume) e Roberto Tranchina (Costume e Moda). A coordinare il laboratorio, l’esperta costumista Simonetta Leoncini.

Al termine del Master, gli allievi hanno raggiunto un risultato considerevole, riuscendo a realizzare ben 6 costumi da donna e 4 da uomo popolani, 2 splendide sottane rinascimentali complete di accessori, e una riproduzione dell’abito di Isabella d’Aragona rinvenuto nelle Arche Aragonesi. I costumi saranno oggetto di un’esposizione, con data e luogo ancora da stabilirsi.

Hanno partecipato al Master ottemperando gli obblighi di frequenza, in ordine alfabetico:  Alice Fiorelli, Anna Iallorenzi, Chiara Bigazzi, Chiara Oliviero, Gabriella Fabozzi, Helena Alba Valdés, Isabella Giamberini, Manila Rossi, Margherita Ricci, Marta Coveri, Michela Badiali, Paolo Vitale, Sara Calbi, Sara Pietrocola e Teresa Carafa.

Ecco i lavori dei partecipanti a “La Stoffa dei Sogni“, in tutta la loro bellezza (foto di Michela Badiali):

2020-09-03T16:17:23+00:00 10 agosto 2020|Categories: Home|Tags: , , , , , , |